Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa sui cookie. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Scopri l'informativa.

 
 
 
   
 
 
 
 Gli inquinanti in Pizzeria
In pizzeria parliamo di lievito naturale, di maturazione degli impasti a 72 ore, ma se i nostri laboratori non sono monitorati chi ci dice che ciò che facciamo sia salutare?

Ieri non conoscevamo, oggi si parla del Radon.
Cosa è il Radon

Il Radon è un gas naturale, proveniente dal de- cadimento del radioisotopo Ra-226 (radium) originato, per decadimenti successivi, dal‘caposti-
pite’ U-238 diffusamente presente nella crosta terrestre in concentrazione variabile in funzione della particolare conformazione geologica, stimata mediamente pari a circa 2.8 ppm nella crosta superiore continentale[1] ed a circa 1.8 ppm nel suolo[2].
È radioattivo, con tempo di dimezzamento dell’attività pari a 3.82 giorni. Decade con emissione di radiazione α pro- ducendo ‘discendenti’ radioattivi che emettono radiazione α - β e γ.
Rimane per la parte prevalente intrappolato nella matrice solida nella quale avviene il decadimento del Ra-226 e solo una piccola frazione, quella emessa dal Ra-226 posto alla periferia dei singoli elementi solidi (superfici e zone di fratture delle rocce, grani di terreno o di sabbia, ....), emerge dal suolo o si discioglie nelle acque e diffonde nell’aria.
Il flusso del Radon dal suolo continentale è stato valutato mediamente pari a circa 1 Bq1 per minuto e per m2 di su- perficie, per circa il 20% emanato dall’acqua nel terreno.
Tratto dal libretto radon
Ulteriori risorse
   
 
APM Associazione Pizzaioli Marchigiani, Via Isonzo 6, 62010 Morrovalle (MC) - tel.: +39 0733 221821 - fax: +39 0733 223965
mail: info@pizzamarche.com
p.iva 01413480433